Contenzioso e giurisprudenza

Requisiti religiosi solo se essenziali

di Marina Castellaneta

Le organizzazioni fondate sulla religione e la chiesa possono subordinare l’assunzione di un dipendente all’esistenza di requisiti come convinzioni personali o credo, se essenziali per lo svolgimento di un’attività lavorativa. A patto, però, per non incorrere in una discriminazione fondata sul credo religioso vietata dal diritto Ue, che sia rispettato il principio di proporzionalità e garantito un controllo giurisdizionale effettivo. Lo ha chiarito la Corte di giustizia Ue con la sentenza di ieri nella causa C-414/16. La vicenda ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?