Contenzioso e giurisprudenza

Sui modelli organizzativi «231» controllo del giudice limitato

di Riccardo Borsari

Con il Dlgs 231/2001 gli enti collettivi sono chiamati ad assumersi direttamente il compito della prevenzione degli illeciti attraverso un’adeguata organizzazione interna. Uno dei tratti caratterizzanti la normativa, infatti, è costituito dalla previsione di un sistema di compliance imperniato sull’adozione e sull’efficace attuazione di modelli organizzativi (Mog) idonei a prevenire i reati, che consente all’ente di: andare esente da responsabilità (articoli 6 e 7 del Dlgs 231), se adotta e attua i modelli prima che il reato venga commesso ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?