Contenzioso e giurisprudenza

È nullo il recesso nel periodo di comporto

di Patrizia Maciocchi

È nullo e non inefficace il licenziamento del lavoratore prima che scada il periodo di comporto. A stabilirlo è la Cassazione che, con la sentenza 12568, del 5 maggio scorso, ha escluso definitivamente la possibilità di attenuare una tutela assicurata al lavoratore dalla Costituzione. I giudici hanno dato conto dell’indirizzo contrastato, in base al quale l’efficacia del licenziamento disposto nel corso della malattia sarebbe solo rimandata alla cessazione dello stato patologico. Tesi ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?