Contenzioso e giurisprudenza

Non servono dati esatti di esposizione all’amianto, basta l’alta probabilità

di M.Pri.

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Per avere diritto alla maggiorazione contributiva a seguito di esposizione all'amianto durante l'attività lavorativa, non è necessario che il lavoratore fornisca i dati esatti relativi alla frequenza e alla durata dell'esposizione. È sufficiente che si accerti tramite consulenza tecnica la rilevante probabilità di esposizione al rischio. Sulla base di questo ragionamento la Cassazione, con l'ordinanza 20934/2018 , ha accolto parzialmente il ricorso presentato da un lavoratore nei confronti dell'Inps. L'operaio ha svolto attività sulle navi essendo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?