Contenzioso e giurisprudenza

Niente indennità di fine rapporto per l'agente che fa solo propaganda

di Barbara Grasselli

Niente indennità prevista per la cessazione del rapporto di lavoro se l'agente svolge solo attività di propaganda. Con l'ordinanza 20707/2018 la Corte di cassazione si è pronunciata in un interessante caso relativo all'indennità di cessazione del rapporto di agenzia. Nella fattispecie portata all'attenzione dei Giudici di legittimità l'attività dell'agente aveva a oggetto la promozione della vendita dei prodotti del preponente a strutture pubbliche sanitarie, nell'ambito di contratti di durata. ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?