Contenzioso e giurisprudenza

La grave patologia non annulla il licenziamento

di Giulia Bifano e Uberto Percivalle

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Con la sentenza 23338/2018 la Corte di cassazione fa chiarezza sul tema del licenziamento discriminatorio nell'ambito, in particolare, dei rapporti di lavoro in cui il dipendente sia affetto da gravi patologie cliniche. La decisione trae origine dal ricorso di una lavoratrice che, licenziata per giustificato motivo oggettivo al rientro da una lunga assenza per malattia, ha visto in primo grado accolta la propria domanda di nullità del licenziamento, asseritamente determinato dal motivo illecito della discriminazione ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?