Contenzioso e giurisprudenza

Giustificazioni valide con raccomandata a/r entro cinque giorni

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Nell’ambito di un procedimento disciplinare, non sono tardive le giustificazioni ricevute dal datore di lavoro oltre il termine di cinque giorni assegnato dall’articolo 7 dello statuto dei lavoratori, laddove il lavoratore le abbia spedite per raccomandata entro tale termine. Da questo principio, che la Corte di cassazione ha affermato con sentenza 32607/2018 , consegue l’illegittimità del provvedimento espulsivo irrogato dall’impresa con lettera di licenziamento nella quale si è negato che il dipendente avesse consegnato tempestivamente le proprie giustificazioni. ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?