Contenzioso e giurisprudenza

Reintegrato il lavoratore divenuto inabile licenziato senza repêchage

di Giulia Bifano e Massimiliano Biolchini

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Il dipendente divenuto inabile allo svolgimento delle proprie mansioni può essere validamente licenziato per motivo oggettivo, a condizione che il datore di lavoro sia in grado di dimostrare che al momento del recesso non vi fossero in azienda posizioni compatibili con lo stato di salute del lavoratore. La violazione di tale obbligo di repêchage rende il licenziamento illegittimo e, in particolare, fonda il diritto del dipendente cessato alla reintegra, oltre che al ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?