Contenzioso e giurisprudenza

Infortuni, la condotta anomale del lavoratore pesa solo in presenza di misure di sicurezza idonee

di Luigi Caiazza

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

In materia di infortuni sul lavoro, ai fini della individuazione del criterio idoneo a discriminare il comportamento “anomalo” da quello che non lo è, la Corte di cassazione, Sez. IV ha ritenuto di includere anche l'inosservanza di precise norme antinfortunistiche, ovvero la condotta del lavoratore contraria a precise direttive organizzative ricevute, a condizione, però, che l'infortunio non risulti determinato da assenza o inidoneità delle misure di sicurezza adottate dal datore di lavoro. Lo si evince dalla ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?