Contenzioso e giurisprudenza

Reintegro se il licenziamento è dovuto a una fusione futura

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

È illegittimo il licenziamento intimato per soppressione del posto di lavoro, se la cancellazione del ruolo aziendale è destinata a prodursi solo in un secondo tempo per effetto di una programmata fusione societaria. La Cassazione afferma (sentenza 3186/2019) che le ragioni invocate dal datore di lavoro a presidio di un licenziamento per esigenze aziendali devono sussistere nel momento stesso in cui viene intimato il recesso, risultando viceversa invalido il licenziamento che si fondi su una ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?