Contenzioso e giurisprudenza

L'Inps non può negare indennità di accompagnamento per errori formali nella domanda

di Angelina Turco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

L'Inps non può negare l'indennità di accompagnamento per un vizio formale nella domanda amministrativa. La suprema Corte di Cassazione, con ordinanza del 22 luglio 2019, n. 19724, respinge il ricorso presentato dall'Inps contro la sentenza del giudice di merito che aveva ritenuto spettante l'indennità di accompagnamento, sebbene avesse accertato che il certificato medico allegato alla domanda proposta in via amministrativa non conteneva l'indicazione espressa dell'impossibilità dell'istante di deambulare autonomamente e di svolgere, senza un aiuto ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?