Contenzioso e giurisprudenza

Reintegra tardiva: l’indennità non può essere ridotta

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

L’indennizzo risarcitorio massimo di dodici mensilità della retribuzione globale di fatto, che, in base all’articolo 18, comma 4, della legge 300/1970 , si accompagna alla reintegrazione del dipendente nel caso in cui l’intervallo non lavorato sia pari o superiore a un anno (fatti salvi l’aliunde perceptum e percipiendum), deve essere letta come una misura a tutela del datore di lavoro, rispetto alla quale il giudice non può intervenire con una liquidazione discrezionale. La norma dello Statuto ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?