Contenzioso e giurisprudenza

Valido, se ratificato, il licenziamento intimato da un soggetto senza rappresentanza

di Angelo Zambelli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La sentenza 28496/2019 della Corte di cassazione, depositata il 6 novembre scorso, offre interessanti spunti in materia di rappresentanza e titolarità del potere disciplinare qualora il datore di lavoro sia un soggetto munito di personalità giuridica. Nel caso specifico il dipendente, licenziato per giusta causa il 18 giugno 2015, ha impugnato il recesso sotto plurimi profili, tra cui - per quanto qui di interesse - l'illegittimità dello stesso, nonché della precedente ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?