Contenzioso e giurisprudenza

Cassazione, la nozione di "insubordinazione" va interpretata estensivamente

di Flavia Maria Cannizzo

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di Cassazione, con sentenza del 1° luglio 2020, n. 13411 , statuisce che è "insubordinazione" non solo il rifiuto di adempimento delle disposizioni dei superiori gerarchici, ma anche qualsiasi comportamento atto a pregiudicare l'esecuzione ed il corretto svolgimento delle disposizioni ricevute dal dipendente nel quadro complessivo dell'organizzazione aziendale di riferimento.Il caso è quello del licenziamento disciplinare avvenuto nell'aprile 2017 nei confronti di un lavoratore a cui erano state contestate condotte di insubordinazione e minaccia ai danni di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?