Contenzioso e giurisprudenza

Dalla Cassa dottori trasferiti all’Inps i contributi incompatibili

di Federica Micardi

Il trasferimento all’Inps gestione separata dei contributi “erroneamente” versati alla Cassa nazionale di previdenza e assistenza dei dottori commercialisti può avvenire anche in assenza di una convenzione (che attualmente manca) tra i due enti. A sostenerlo il tribunale di Milano, sezione lavoro, con la sentenza depositata il 4 novembre scorso. A rivolgersi al tribunale è stato, nel 2019 un dottore commercialista che, per aver svolto dal 1997 al 2003 e negli anni 2008 ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?