Contratti di lavoro

Periodo di preavviso e lavoro intermittente

di Josef Tschoell

LA DOMANDA Buongiorno, una lavoratrice assunta con contratto di lavoro intermittente senza obbligo di risposta, ha rassegnato le dimissioni al termine del periodo di maternità ed in vigenza del divieto di licenziamento. Posto che il CCNL dei Pubblici esercizi prevede un periodo di preavviso pari a gg 20, come mi devo rapportare per il calcolo considerando, che nel mese precedente l'astensione obbligatoria, la lavoratrice ha risposto ad una sola chiamata. Devo fare una media delle chiamate del trimestre precedente o a quale altro periodo mi devo conformare? Ed inoltre in che modo , di conseguenza , andrò a calcolare il ticket di licenziamento NASPI? In attesa, ringrazio e porgo Cordiali saluti

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?