Contratti di lavoro

Nella lotta alla precarietà scelto il bersaglio sbagliato

di Giampiero Falasca

A distanza di cinque mesi dall’entrata in vigore del decreto dignità, tutti i principali indicatori statistici convergono verso lo stesso messaggio: la riforma ha fatto crollare l’utilizzo dei contratti di lavoro flessibile regolare (a termine e somministrazione), senza che questo crollo si sia tradotto in altrettanti posti di lavoro a tempo indeterminato. La situazione è destinata a peggiorare quando migliaia di rapporti di lavoro arriveranno alla scadenza dei 24 mesi e quindi non potranno più essere prorogati o rinnovati, ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?