Contratti di lavoro

La Pa verso lo smart working al 50%, ma ci sono tre ostacoli per realizzarlo

di Tiziano Grandelli, Mirco Zamberlan

Il lavoro agile, se portato a regime, richiede una serie di investimenti a vario livello.

La fine dell’emergenza Covid 19 non comporterà l’abbandono dello smart working: a regime, almeno il 50% delle attività svolte dalla Pubblica Amministrazione saranno rese attraverso questa modalità di svolgimento della prestazione. Lo ha affermato la ministra della Pa Fabiana Dadone il 4 giugno scorso al Senato. Sicuramente il lavoro agile ha consentito di gestire il lockdown nelle settimane più dure ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?