Contratti di lavoro

L’attuazione tardiva delle regole Ue non alza l’indennizzo

Per il Tribunale di Roma (sentenza 5717 del 2 aprile 2020), il criterio di quantificazione dell’indennità sostituiva della reintegra del dirigente illegittimamente licenziato in un licenziamento collettivo, prevista dall’articolo 24 comma 1-quinquies della legge 223/1991 (12-24 mensilità), non può rappresentare un parametro di valutazione del danno derivato ai dirigenti dalla mancata attuazione da parte del legislatore della direttiva 98/59/Ce, trattandosi di situazioni differenti. Nel primo caso, non potendo il dirigente essere reintegrato per legge a ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?