Contratti di lavoro

Assunzioni, legittimo chiedere il certificato di carichi pendenti

di Giuseppe Bulgarini d'Elci

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

È legittima la previsione per cui, nell'ambito di una procedura pre-assuntiva, sia richiesta la consegna del certificato di carichi pendenti quale condizione sospensiva rispetto alla stipula del contratto di assunzione. Non è dirimente, in senso contrario, la circostanza che tale condizione non sia recepita dal contratto collettivo nazionale applicato dall'impresa ai lavoratori, se la consegna del certificato di carichi pendenti è espressamente menzionata in un apposito “format” firmato dal candidato in segno di manifestazione di interesse all'assunzione.In applicazione di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?