Docenti, la reiterazione dei contratti a temine è illegittima soltanto in relazione all’organico di diritto
Previdenza e assistenza

Docenti, la reiterazione dei contratti a temine è illegittima soltanto in relazione all’organico di diritto

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Il carattere abusivo della reiterazione di contratti a termine dei docenti sussiste solo se le supplenze si siano protratte per oltre 36 mesi e abbiano riguardato l'organico di diritto e non quello di fatto. Deve aversi riguardo, cioè, alla dotazione di cattedre e posti del personale assegnata annualmente alle scuole in riferimento al numero di alunni iscritti e di classi previste e non, invece, a quella che risulta dopo la scadenza delle iscrizioni e che consente all'inizio dell'anno ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?