Previdenza e assistenza

Trattenuta pensione su stipendio. Quanti giorni?

di Gremigni Pietro

LA DOMANDA L'art. 21 del DPR 27/04/1968 n. 488 impone al datore di lavoro, qualora ne ricorrano i presupposti, di effettuare una trattenuta sulla retribuzione del lavoratore pensionato moltiplicando l'importo della trattenuta giornaliera per il numero delle giornate retribuite del mese. Le assenze intervenute in un mese per malattia, donazione sangue, permessi ex l104, infortunio, cig, congedi parentali, etc riducono i giorni utili max (26) per il calcolo della trattenuta pensione? Cioè cosa intende la norma per "giornata retribuita"?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?