Previdenza e assistenza

Pensioni d’oro, accordo sui tagli oltre i 4.500 euro netti al mese

di Davide Colombo

Le diffuse critiche dell’ultimo mese non hanno fermato il cammino della proposta di legge M5S-Lega sul “ricalcolo” delle cosiddette “pensioni d’oro”. Il testo, che ha come primi firmatari i capigruppo dei due partiti di maggioranza, Riccardo Molinari e Francesco D’Uva, è stato depositato ieri in commissione Lavoro alla Camera. Si prevede una riduzione delle quote retributive delle pensioni e degli assegni vitalizi superiori a 4.500 euro netti al mese (90mila euro lordi l’anno), due soglie maggiorate rispetto a quelle ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?