Previdenza e assistenza

Rdc, sì della Privacy all’incrocio dei dati

Via libera all’incrocio dei dati per stanare gli illegittimi beneficiari del reddito di cittadinanza (Rdc). Il Garante della Privacy ha dato parere favorevole allo schema di provvedimento dell’Inps all’acquisizione anche in modo massivo delle informazioni necessarie per effettuare le verifiche. I trattamenti di dati che l’Inps dovrà svolgere, infatti, pur essendo finalizzati all’esecuzione di un compito di interesse pubblico, presentano rischi elevati per i diritti e le libertà degli interessati in quanto prevedono scambi di dati personali ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?