L’Inps spiega gli effetti del nuovo interesse di mora
Rapporto con gli enti

L’Inps spiega gli effetti del nuovo interesse di mora

di Gabriele Bonati

Con provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 10 maggio 2018, prot. n. 95624 , i cui effetti hanno avuto decorrenza dal 15 maggio 2018, ha provveduto a ridurre la misura degli interessi di mora, per il ritardato pagamento delle somme iscritte a ruolo, dal 3,5% al 3,1 per cento.Detta modifica, ricorda l'Inps con la circolare 6 giugno 2018, n. 80 , si riflette anche in ambito previdenziale. In particolare, per quanto stabilito dall'art. 116, comma 9, della L. 388/2000, che ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?