Rapporto con gli enti

Anche per i predicatori religiosi limitata la raccolta di dati personali

di Nicola Bernardi

Nei giorni scorsi i testimoni di Geova hanno diramato una circolare alle circa tremila congregazioni italiane per comunicare che, d’ora in poi, gli oltre 250mila proclamatori attivi nel nostro paese «non potranno più raccogliere dati personali in relazione al ministero di campo», evitando anche di prendere nota degli indirizzi di persone assenti. Nella stessa lettera viene detto che, limitandosi a dare i propri recapiti agli interessati che desiderano essere ricontattati per ricevere maggiori informazioni, i predicatori potranno «fornire l’indirizzo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?