Rapporto di lavoro

Decorrenza Naspi licenziamento per giusta causa

di Imbriaci Silvano

LA DOMANDA Un lavoratore viene licenziato per giusta causa e presenta domanda di Naspi il giorno successivo alla cessazione del rapporto. La nuova datrice di lavoro lo assume a tempo indetrminato dopo 20 giorni dalla domanda ma si vede negata dall'Inps l'agevolazione contributiva sul presupposto che il lavoratore avrebbe maturato il diritto alla prestazione solo dopo 38 giorni (30 + 8) sulla base di una disposizione prevista dal R.D. 1827/1935, mentre essendosi rioccupato nel periodo di carenza non vi è maturazione del diritto. La materia è stata completamente rivisitata e compiutamente definita dalla L. 92/2012, prima, e dal Dlgs 22/2015, poi, pertanto la preistorica norma richimata dalla sede dovrebbe ritenersi abrogata implicitamente.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?