Rapporto di lavoro

Assegni familiari arretrati

di Antonio Carlo Scacco

LA DOMANDA Una cooperativa sociale ha ricevuto la richiesta di pagamento di assegni per il nucleo familiare arretrati per un importo pari ad 10.728,00 da una dipendente e al contempo socia della cooperativa. La società non ha debiti mensili Inps da poter giustificare il pagamento di tale somma e dal mese di aprile non verserà alcun contributo avendo una lavoratrice in maternità. Come si può far fronte alla richiesta della dipendente, la società non ha la liquidità per poter anticipare tale importo. Si può rateizzare il dovuto erogando mensilmente un importo variabile in base alla capienza del modello F24? Se possibile come si può comunicare all'inps la modalità di erogazione dell'importo mensile calcolando il tetto massimo di conguaglio di € 3.000,00?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?