Rapporto di lavoro

Equo compenso più forte con la spinta delle Regioni

diBianca Lucia Mazzei

A nove mesi dall’entrata in vigore della disciplina, le amministrazioni regionali hanno cominciato a scendere in campo. Gli esempi di Toscana, Puglia, Sicilia e Calabria

Sono passati nove mesi dall’entrata in vigore delle regole sull’equo compenso delle prestazioni professionali e anche le Regioni hanno cominciato a scendere in campo. Ognuna a suo modo. Toscana e Sicilia hanno varato regolamentazioni che seguono l’impostazione nazionale e riguardano tutti i professionisti, mentre la Puglia si è occupata solo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?