Rapporto di lavoro

Malattia non indennizzta e periodo di comporto

di Rozza Alberto

LA DOMANDA Secondo la circolare Inps l'indennizzabilità della malattia decorre dalla data di rilascio della certificazione, consentendo peraltro l'erogazione del trattamento anche per il giorno precedente ove dalla certificazione risulti che si tratta di visita a domicilio. Ciò comporta che a fronte di un certificato rilasciato il 10 dicembre con indicazione "data decorrenza malattia" il 1 dicembre non verranno indennizzati i giorni dal 1 al 9 dicembre. In questo caso, vista la "natura confessoria" della dichiarazione del lavoratore di essere ammalato dal 1 dicembre, si chiede se ai fini del computo del periodo di comporto i giorni dal 1 al 9 dicembre possano essere considerati utili al raggiungimento del periodo massimo di conservazione del posto.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?