Rapporto di lavoro

Per i navigator 3 mesi di lavoro da casa

di Giorgio Pogliotti

In tre mesi di lockdown, con i centri per l’impiego chiusi, i navigator hanno lavorato da remoto, utilizzando lo smartphone e il tablet fornitogli da Anpal servizi, soprattutto per gestire la presa in carico dei 966mila percettori del reddito di cittadinanza considerati “occupabili” e tenuti alla sottoscrizione del patto per il lavoro. Nel frattempo la pattuglia di 2.980 navigator si è sfoltita di circa 130 unità, che hanno trovato un’occupazione stabile ben più appetibile rispetto ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?