Rapporto di lavoro

La malattia del lavoratore fragile è esclusa dal periodo di comporto se lo prevede il Ccnl

di Alessia Noviello

LA DOMANDA Una lavoratrice in malattia dopo aver esaurito i 180 giorni indennizzabili dall’Inps sostiene che, a seguito del riconoscimento tra i lavoratori fragili (certificazione legge 104) previsto dal decreto Cura Italia, possa ricevere da parte dell’azienda e di conseguenza in quota parte anche dall’Inps l'indennità di malattia che va a sommarsi ai 180 giorni. A nostro avviso l’indennità di malattia, indipendentemente dal riconoscimento dello status di lavoratore fragile, cessa comunque una volta raggiunti 180 giorni. È corretta la nostra interpretazione?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?