Contratti di lavoro

La durata del contratto a termine nel settore dell’edilizia industria

di Josef Tschoell

LA DOMANDA Il decreto «dignità» ha ridotto da 36 a 24 mesi la durata massima del contratto a termine, e da 5 a 4 il numero massimo di proroghe. Il Ccnl dell’edilizia industria all’articolo 93 ha lasciato invariato il limite dei 36 mesi, prevedendo anche un ulteriore successivo contratto a termine in deroga al limite dei 36 mesi comprensivi di proroghe e rinnovi della durata massima pari a 8 mesi. Pertanto, in deroga al decreto dignità, il limite nel settore edile è di 36 mesi oltre alla proroga di ulteriori 8 mesi. Nulla invece prevede il contratto edile in merito alle proroghe, che pertanto si ritiene debba essere applicato il limite di 4 come previsto dal decreto dignità. È corretta questa interpretazione?

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?