Contenzioso e giurisprudenza

Aggressione verbale e licenziamento per giusta causa

di Enrico De Luca e Antonella Iacobellis

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Suprema Corte di Cassazione, con la sentenza n. 553 del 14 gennaio 2021 , ha confermato la legittimità del licenziamento per giusta causa irrogato ad una lavoratrice che aveva proferito frasi offensive e minacciose nei confronti dell'amministratore giudiziario della società. La vicenda giudiziaria trae per l'appunto origine dal licenziamento per giusta causa di una lavoratrice che, ritenendo illegittimo il provvedimento espulsivo, aveva depositato ricorso dinnanzi al competente tribunale del lavoro di Bari, che aveva rigettato la doglianza.La decisione ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?