Contenzioso e giurisprudenza

Reintegrazione facoltativa illegittima se il fatto non esiste

di Angelo Zambelli

La non obbligatoria reintegrazione del lavoratore oggetto di licenziamento oggettivo quando il fatto è manifestamente insussistente lede il principio di uguaglianza. E il “criterio di valutazione” individuato dalla Cassazione è irragionevole. Ieri la Corte costituzionale ha depositato la sentenza 59/2021 con cui ha dichiarato incostituzionale l'articolo 18, comma 7, secondo periodo della legge 300/1970 (si veda il Sole 24 Ore del 25 febbraio) . La Consulta, respingendo le istanze di inammissibilità ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?