Contenzioso e giurisprudenza

I termini esatti di decadenza per impugnare un contratto a termine in somministrazione

di Valeria Zeppilli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Chi intende impugnare un contratto di lavoro a termine in somministrazione deve tener conto di un importante principio, ribadito dalla Corte di cassazione nei giorni scorsi (sezione lavoro, 26 aprile 2021, n. 11001 ): l'impugnazione stragiudiziale dell'ultimo di una serie di contratti in successione non si estende ai contratti precedenti, che devono essere autonomamente impugnati.Tale regola vale sempre, anche quando tra un contratto e l'altro non siano decorsi i sessanta giorni utili per l'impugnativa. Per la Corte, infatti, l'eventuale ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?