Contenzioso e giurisprudenza

La rinuncia al preavviso post recesso non toglie gli obblighi contributivi

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

Il periodo di preavviso e la relativa indennità economica sostitutiva, cui le parti abbiano rinunciato nell’ambito di un atto transattivo formalizzato in seguito all’intimato licenziamento, non esonera il datore dall’obbligazione contributiva nei confronti dell’ente di previdenza. Poiché il licenziamento ha prodotto l’effetto di risolvere il rapporto di lavoro, l’indennità sostitutiva del mancato preavviso costituisce un elemento retributivo entrato nel patrimonio del dipendente e soggetto ai versamenti contributivi. La successiva transazione tra le parti, con mutazione del ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?