Contenzioso e giurisprudenza

Corte Ue, sui contratti a termine degli insegnanti di religione valuta il giudice italiano

di Marina Castellaneta

La Corte di giustizia dell'Unione europea torna sugli obblighi degli Stati nell'utilizzo abusivo di contratti di lavoro a tempo determinato. Con la sentenza C-282/19 dello scorso 13 gennaio gli eurogiudici hanno stabilito che, nel caso di contratti a tempo determinato per docenti di religione spetta al giudice nazionale accertare se questi contratti servano per rispondere ad esigenze provvisorie e non rientrino, invece, nella gestione ordinaria del datore di lavoro. Certo, però, la Corte Ue non è convinta dalla circostanza ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?