Previdenza e assistenza

Inps, stop a inquadramenti retroattivi per i cambi di attività non dichiarati

di Matteo Prioschi

L’inquadramento nel settore economico corrispondente all’attività effettivamente svolta da un’azienda può avvenire con effetto retroattivo solo se il datore di lavoro ha fornito dichiarazioni inesatte al momento dell’avvio dell’attività. Se, invece, non è stata comunicata una variazione dell’attività, durante il ciclo di vita dell’azienda, la nuova classificazione non può avere effetto retroattivo. Con la circolare 113/2021 , l’Inps recepisce le indicazioni fornite dalla Corte di cassazione con le sentenze 14257/2019 e 5541/2021 in merito all’applicazione dell’articolo ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?