Previdenza e assistenza

L’Inps ora chiede i contributi di 30 anni fa

di Tiziano Grandelli e Mirco Zamberlan

Alle Pa comunicazioni di debito su versamenti pretesi in base a banche dati zoppicanti

Non bastassero il post-pandemia e il Pnrr, alle amministrazioni arrivano, improvvise, le comunicazioni di debito dell’Inps che pretende contributi arretrati anche di 30 anni fa. Il fenomeno è diffuso a macchia di leopardo, per ora con una concentrazione in Emilia-Romagna che non esclude però l’estensione ad altri territori. La vicenda nasce con la riforma Dini del 1995 che ha introdotto il termine di ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?