Rapporto di lavoro

La crescita spinge il lavoro: +338mila occupati

di Giorgio Pogliotti

Nel secondo trimestre 2021, l’impatto della ripresa dell’economia si risente anche sul mercato del lavoro: sulla scia dell’incremento del Pil (aumentato del 2,7% rispetto al trimestre precedente e del 17,3% rispetto all’anno precedente) l’Istat ha registrato un aumento di 338mila occupati (+1,5% rispetto al trimestre precedente), per effetto anzitutto dell’aumento dei dipendenti a termine (sono 226 mila in più, +8,3% in tre mesi). I dipendenti a tempo indeterminato sono aumentati di 80mila unità (+0,5%) e gli indipendenti di 33mila ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?