Rapporto di lavoro

I contributi versati alla previdenza complementare dal datore di lavoro non sono reddito imponibile per il dipendente

di Cristian Valsiglio

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Il datore di lavoro, nel limite complessivo di euro 5.164,57, deduce i contributi alla previdenza complementare trattenuti al dipendente e non effettua la ritenuta fiscale su quelli posti a carico del datore. Se da un lato, ai fini della deducibilità fiscale, è irrilevante il soggetto che effettivamente versa la contribuzione al fondo di previdenza complementare; dall'altro, i contributi posti a carico del datore di lavoro non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente. L'agenzia ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?