Rapporto di lavoro

Retribuzione convenzionale vietata se si fa smart working saltuario in Italia

di Marco Strafile

Con l’interpello 590/2021 l’Agenzia delle entrate si occupa delle retribuzioni convenzionali nel caso di lavoratori fiscalmente residenti in Italia che durante l’assegnazione all’estero svolgono smart working occasionalmente nel nostro Stato, a differenza di quanto avvenuto durante l’emergenza Covid. Il caso riguarda una società residente, parte di un gruppo multinazionale, che ha distaccato una dirigente presso la consociata tedesca dal 1° aprile 2021 al 31 marzo 2023. Le mansioni prevedono che una parte del lavoro ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?