Rapporto di lavoro

Malattia a cavaliere e indennità

di Josef Tschoell

LA DOMANDA Dipendente da maggio 2019 assente per malattia oncologica; nel 2020 è stata corrisposta indennità per malattia carico INPS nel limite di 180 gg e integrazione prevista dal ccnl. Da agosto 2020 è in aspettativa non retribuita per malattia producendo i relativi certificati attestanti la prosecuzione dell'evento, il rapporto pertanto risulta sospeso senza oneri retributivi da oltre 60 gg. Si richiede se un'eventuale periodo di ferie/rol anche minimo possa essere considerato utile al ripristino dell'indennità di malattia a carico INPS per il 2021, anche in assenza di ripresa dell'attività lavorativa. Si precisa che il lavoratore è inidoneo alla ripresa attività lavorativa, anche per altre mansioni, come da certificazione medico competente.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?