Rapporto di lavoro

Buoni pasto per categorie omogenee

di Rozza Alberto

LA DOMANDA Un'azienda che occupa n.6 dipendenti di cui 1 part-time con orario di 5 ore la mattina per 5 giorni la settimana e n. 5 full-time, intende concedere buoni pasto per la categoria omogenea di lavoratori full-time. Resterebbe pertanto escluso l'unico lavoratore part-time. Determinare la categoria omogenea sulla base dell'orario di lavoro full-time può risultare discriminatorio nei confronti del lavoratore part-time? L'Agenzia delle Entrate ha riconosciuto la possibilità di concedere i buoni pasto anche ai lavoratori part-time, ma l'azienda non intende concederli al lavoratore perché, nella fattispecie, il lavoratore esce alle ore 13:00 e può consumare il pasto a casa.

Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?