Agevolazioni e incentivi

Le mosse del datore sul rientro dei cervelli

di Alessandro Rota Porta e Manuela Lombardo

Le aziende italiane potrebbero avere più chances di inserire lavoratori di rientro dall’estero, dato l’allargamento delle agevolazioni fiscali previste per questi lavoratori, in vigore dal 1° maggio, con le modifiche al Dlgs 147/2015 introdotte dal decreto «crescita». Salvo novità che dovessero arrivare in sede di conversione in legge del decreto 34/2019 , l’articolo 5 del provvedimento è intervenuto in primo luogo sulla percentuale di esenzione per il reddito prodotto in Italia innalzandola ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?