Contenzioso e giurisprudenza

Legittimi i controlli sul dipendente tramite agenzia investigativa

di Massimiliano Biolchini e Maddalena Lebro

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Un datore di lavoro ha licenziato un dipendente per motivi disciplinari legati a ripetuti ammanchi di cassa, verificatisi nel corso del mese di febbraio 2013, dimostrati attraverso le dichiarazioni dei dipendenti dell'agenzia investigativa incaricata di controllare il lavoratore in questione, nonché attraverso la documentazione contabile della società. La Corte d'appello di Salerno ha ritenuto legittimo il ricorso da parte del datore di lavoro all'agenzia investigativa per l'accertamento dei fatti, in quanto esso si era verificato in un “apprezzabile lasso ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?