Niente reintegrazione se troppo onerosa per l’azienda
Contenzioso e giurisprudenza

Niente reintegrazione se troppo onerosa per l’azienda

di Angelo Zambelli

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

Con la pronuncia 10435/2018 , la Corte di cassazione offre interessanti spunti per l'interpretazione della nozione di «manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo» indicato al comma 7 dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori e interviene sul tema dei criteri ai quali il giudice deve attenersi per stabilire i casi in cui, a fronte della «manifesta insussistenza», debba farsi ricorso alla tutela reintegratoria e quelli in cui debba essere invece riconosciuta la ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?