Contenzioso e giurisprudenza

Variazioni peggiorative e “concorrenza” delle filiali non sono giusta causa di dimissioni dell’agente

di Attilio Pavone e Giorgio Manca

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di Appello di Torino si è pronunciata sulle dimissioni per giusta causa rassegnate da un agente di una nota società del settore del credito a consumo. L'agente, in particolare, aveva receduto per giusta causa lamentando, da un lato, il peggioramento delle condizioni contrattuali applicabili ai propri clienti e, dall'altro, l'illegittimità della scelta della preponente di riservare condizioni contrattuali di miglior favore alle proprie filiali dirette operanti nella medesima zona. Sotto il primo profilo, la Corte di Appello ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?