Contenzioso e giurisprudenza

Niente neutralizzazione dei periodi contributivi per chi soggiace alla “riforma Amato”

di Antonello Orlando

Q
D
LContenuto esclusivo QdL

La Corte di cassazione, sezione Lavoro, ha depositato lo scorso 2 novembre la sentenza n. 28.025/18 dedicata al tema della neutralizzazione dei periodi lavorativi più recenti ai fini del calcolo pensionistico, qualora questi comportino un abbassamento definitivo dell'assegno calcolato con il metodo retributivo.In particolare, l'assicurata convenuta in giudizio nell'appello proposto dall'Inps aveva conseguito la pensione di vecchiaia nel 2007 e maturato già al 31 dicembre 1993 il requisito minimo contributivo richiesto dal ...


Quotidiano del Lavoro

Il Quotidiano del Lavoro è il nuovo strumento di informazione e formazione dedicato ai professionisti del lavoro.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?